Dobbiamo preparare gli studenti ad abbracciare questo nuovo mondo

"Non era così ai miei tempi". Beh, no, i tempi sono andati avanti, temo, e sicuramente in meglio. La tecnologia ha cambiato quasi ogni aspetto dell'essere umano.

Alcune persone lo chiamano il quarta rivoluzione industriale. I nanobot saranno presto inseriti nei nostri corpi per rimuovere le cellule cancerose, l'80% dei dati del mondo è stato raccolto negli ultimi due anni, e le 5 aziende di maggior valore per valore di mercato nel mondo sono aziende tecnologiche. Si può dire che le cose sono cambiate. Tuttavia, a scuola e a casa, i bambini sono ancora, beh, bambini. Non sono cambiati così tanto. Il mondo in cui stanno crescendo è un posto completamente diverso. Il mondo di cui faranno parte da adulti sarà irriconoscibile. Il mondo di domani sarà spaventoso? eccitante? stimolante? C'è da discutere su quale parola si voglia usare e su come, in definitiva, lo si voglia guardare. Ciò che non è in discussione è la necessità di preparare i nostri bambini e studenti ad abbracciare questo nuovo mondo e renderlo un posto sicuro e felice in cui vivere. Quello che non possiamo più scegliere di fare è fornire un'educazione che non è più rilevante.

Il nuovo volto dell'educazione

L'educazione ricca di tecnologia è la nuova "norma" per le scuole moderne. Ci si aspetta che le scuole abbiano accesso all'hardware e al software più veloce e affidabile, e che forniscano accesso a Internet ad alta velocità ovunque e in qualsiasi momento. L'ambiente di apprendimento si è evoluto in meglio, non c'è dubbio. Lo sviluppo delle infrastrutture è però la parte più facile. Impostare la copertura Wi-Fi, i servizi cloud e dare ad ogni studente un dispositivo nuovo di zecca rappresentano il primo passo verso la trasformazione dei metodi di insegnamento e apprendimento. Ma non ci si può fermare qui.

Will Richardson, autore di Modern Learners sostiene: "Mettere la tecnologia al primo posto, aggiungendo semplicemente uno strato di strumenti costosi in cima al curriculum tradizionale, non fa nulla per affrontare i nuovi bisogni degli studenti moderni".

Non ci vuole molta ricerca per capire che in realtà quello che dobbiamo guardare è "come stiamo usando la tecnologia", non "quale tecnologia stiamo usando". Come genitore, suggerirei di informarsi su questo quando si esamina la scelta della scuola di vostro figlio. È molto facile per le scuole dire: "Siamo una scuola del 21° secolo, ognuno ha il proprio dispositivo". Questo però non è sufficiente, il "come" è ciò che conta davvero. Come viene usata la tecnologia per migliorare l'apprendimento? Come stiamo rafforzando la collaborazione e la creatività? Come alimentiamo l'intelligenza emotiva e il pensiero critico? Come fanno le scuole a fornire agli studenti una guida efficace per navigare in questo paesaggio digitale?
L'elenco dei "come" è infinito e al Le Régent College, questo è il nostro obiettivo.

Nel 2018 ho avuto il piacere di incontrare John CouchIl vicepresidente di Apple per l'educazione e ci sono molte cose che ha detto che mi hanno riempito di ispirazione, tuttavia, il suo messaggio principale sembra essere sempre sulla necessità di un cambiamento pedagogico. I bambini stanno imparando in un modo completamente diverso, e abbiamo bisogno di usare la tecnologia per rendere l'apprendimento coinvolgente e stimolante. La tecnologia significa che le pareti dell'aula non sono più rilevanti. John è l'autore di 'Rewiring Education', un libro molto interessante se avete il desiderio di ripensare il default.

La tecnologia in sé non è importante quanto ciò che facciamo con essa. Oltre a rendere l'apprendimento più coinvolgente, la nuova tecnologia ha il potenziale per sviluppare la collaborazione, la creatività, la comunicazione e il pensiero critico, competenze essenziali per il 21° secolo. Quando rifletto su come l'apprendimento sta cambiando, mi ricordo sempre di uno dei miei studenti, George. George è un membro molto entusiasta della mia classe di informatica del quinto anno. Se qualcuno ha una domanda, è George. Prova un grande piacere nel mostrare alla classe qualcosa di nuovo che sa fare all'inizio di ogni lezione, e io lo adoro assolutamente. La cosa che amo di più è chiedere a George "Come l'hai imparato? La sua risposta è per lo più "Internet". L'apprendimento è cambiato.

Rispondere a un mondo irriconoscibile

Se ci si concentra troppo sui titoli dei media e sulla visione pessimistica, sarebbe facile iniziare a farsi prendere dal panico. Ma credo che tutto ciò significhi che le scuole, gli insegnanti e i genitori devono imparare qualcosa di nuovo. Internet ha solo circa 11000 giorni. Incredibile davvero, è ancora nella sua infanzia. Come sarà tra 10 anni? Quanto tutto questo sia nuovo aiuta a fornire una prospettiva più ampia che non tutto è perduto. La sua breve ascesa alla fama, unita al livello di impatto che ha già avuto, ci ricorda che dobbiamo impegnarci. La tecnologia è qui per restare. Per questo al Le Régent College permettiamo ai nostri insegnanti di riflettere criticamente sulla loro pratica, e li aiutiamo a portare il loro insegnamento al prossimo livello tecnologico per soddisfare le esigenze dei nostri studenti. In altre parole, permettiamo ai nostri insegnanti di diventare di nuovo studenti e di integrare questa nuova tecnologia nel loro insegnamento. Credo con tutto il cuore che tutti gli insegnanti siano spinti dal successo degli altri e vogliano fare il miglior lavoro possibile per i nostri bambini. Con questo in mente, le scuole devono assicurarsi che quando spingono fuori qualsiasi nuova tecnologia, coinvolgano i loro insegnanti e li aiutino a integrarla nel loro pensiero e nel loro insegnamento.

La nostra prossima giornata di formazione degli insegnanti si concentra sugli strumenti Apple e Google per l'istruzione, e ci aspettiamo che i nostri insegnanti completino la loro formazione Apple Teacher e Google Educator, che, non a caso, è totalmente digitale. Inoltre, lo stesso giorno di formazione degli insegnanti ha sessioni sull'apprendimento basato sull'indagine, la mentalità di crescita e la metacognizione. È fondamentale portare un nuovo pensiero al tavolo della pianificazione. Gli insegnanti hanno bisogno di più nella loro cassetta degli attrezzi, hanno bisogno di conoscere il modello di apprendimento più profondo, l'apprendimento basato sulla sfida, l'apprendimento basato sull'indagine, l'apprendimento del 21° secolo, l'apprendimento misto e tutto il resto. Queste sono le cose che dobbiamo imparare come insegnanti; queste sono le cose che effettivamente sfrutteranno e svilupperanno le abilità di cui i nostri bambini avranno bisogno per il mondo in cui andranno. Il modo in cui stiamo usando la tecnologia è dove l'attenzione è ora e sicuramente dovrebbe essere. In una scuola in cui ogni studente ha il proprio dispositivo, ed è connesso alle più incredibili risorse di apprendimento mai create, gli insegnanti non sono più gli unici esperti nella stanza. Come insegnanti, dobbiamo essere entusiasti di questo.

Crescere in un mondo irriconoscibile

Al Le Régent College diamo ad ogni studente il proprio dispositivo. Facciamo ampio uso di piattaforme di apprendimento digitale e software educativi. Abbiamo Makerspaces nelle nostre scuole infantili, medie e superiori. Riflettiamo su come usare la tecnologia per estendere e sviluppare l'apprendimento. Studiamo la cittadinanza digitale in tutto il nostro curriculum. Permettiamo ai nostri studenti di portare i loro dispositivi a casa. Chiediamo agli studenti di consegnare i loro dispositivi personali durante il giorno. Consegniamo tutta la tecnologia la sera e la spegniamo. Siamo impegnati a sostenere i nostri studenti in questo mondo irriconoscibile. Può essere irriconoscibile, e può essere "non come i miei giorni", ma è un momento incredibile per essere uno studente, è un momento magnifico per essere un insegnante, e se continuiamo ad essere riflessivi e aperti i nostri bambini sicuramente prospereranno in questo mondo irriconoscibile.

Jonathan Snell - Responsabile dell'apprendimento digitale al Le Régent College