Istruzione del 21° secolo al liceo Akademeia: Programma di sviluppo delle soft skills e dell'intelligenza emotiva

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Fin dall'inizio della nostra scuola, abbiamo sempre sottolineato l'importanza delle soft skills e dell'Intelligenza Emotiva come parte di un approccio olistico all'educazione dove sia lo sviluppo accademico che la crescita personale sono ugualmente supportati dal nostro curriculum.

Pertanto, come una progressione naturale e sulla base della nostra esperienza, l'anno scorso abbiamo introdotto un programma unico chiamato 'The Personal Development Scheme' (PDS). Il programma integra le nostre classi regolari e aiuta i nostri 5il e 6il forma gli studenti a costruire l'autostima, la fiducia in se stessi, l'autonomia e la fiducia in se stessi. Soprattutto, insegna loro ad essere più cooperativi ed empatici verso gli altri. Il nostro PDS si basa sui concetti di E.I. (Emotional Intelligence) e di soft skills, che sono stati anche enfatizzati da vari ricercatori negli ultimi tre decenni.

Origini della teoria dell'intelligenza emotiva

Indagando la ricerca sulle origini del successo e della leadership, siamo stati ispirati da uno psicologo noto per aver sfidato le misure tradizionali dell'intelligenza come predittore del successo nella vita, Daniel Goleman.Intelligenza emotiva: Perché può essere più importante del QI".(1995) e 'Lavorare con l'intelligenza emotivae" (1998) sono stati i testi di base di un movimento psicoeducativo che mostra che c'è di più nella nostra intelligenza di quello che è stato ampiamente riconosciuto e coltivato.

Secondo Goleman l'intelligenza nella sua forma tradizionale è semplicemente un tipo di intelligenza, cioè l'intelligenza cognitiva, e non è essenziale nella nostra vita come un altro tipo di intelligenza, cioè l'intelligenza emotiva. Goleman ha sviluppato il concetto di 'EI' che era stato coniato prima da altri due psicologi sociali, John D. Mayer e Peter Salovey nel 1989-90. Essi sostenevano che "l'Intelligenza Emotiva include la capacità di impegnarsi in una sofisticata elaborazione delle informazioni sulle proprie e altrui emozioni e la capacità di usare queste informazioni come guida al pensiero e al comportamento".

Cioè, gli individui con un alto livello di intelligenza emotiva prestano attenzione, usano, comprendono e gestiscono le emozioni, e queste abilità servono funzioni adattive che potenzialmente portano benefici a se stessi e agli altri. In termini pratici, questo significa essere consapevoli che le emozioni possono guidare il nostro comportamento e avere un impatto sulle persone e imparare a gestire queste emozioni - sia le nostre che quelle degli altri.

Gestire le emozioni è particolarmente cruciale nelle situazioni in cui siamo sotto pressione. Per esempio, quando siamo:

  • Rispettare le scadenze strette
  • Affrontare le relazioni difficili
  • Dare e ricevere feedback
  • Adattarsi al cambiamento e avere risorse limitate
  • Lavorare attraverso le battute d'arresto e i fallimenti

Correlazione tra successo nella vita e intelligenza emotiva

L'implementazione pratica è sempre la chiave, quindi se state cercando alcuni studi che provano l'importanza della teoria dell'IE, le pubblicazioni di Goleman sono una buona fonte di informazioni. Egli cita la ricerca della Harvard Business School che ha determinato che l'IE conta due volte di più del QI e delle abilità tecniche messe insieme nel determinare chi avrà successo.

Inoltre, un 2003 Harvard Business Review ha riportato che 80% delle competenze che differenziano i top performer dagli altri sono nel dominio dell'Intelligenza Emotiva. Se volete vedere i risultati più recenti in termini di ricerca sulla teoria dell'EI e delle soft skills, vi consigliamo vivamente di leggere i testi di Cathy N. Davidson. Davidson è un professore del CUNY e autore di La nuova educazione: Come rivoluzionare l'università per preparare gli studenti a un mondo in movimento. Per esempio, nel suo articolo del Washington Post del 2017, La cosa sorprendente che Google ha imparato sui suoi dipendenti', evidenzia la ricerca di Google con un focus sull'importanza delle soft skills.

Presenta come le pratiche iniziali di assunzione di Google erano basate sul reclutamento di laureati con il massimo dei voti da università d'élite. Tuttavia, con il tempo, hanno cambiato il loro approccio a causa delle loro ricerche:

Nel 2013, Google ha deciso di testare la sua ipotesi di assunzione analizzando ogni bit e byte di dati di assunzione, licenziamento e promozione accumulati dalla costituzione della società nel 1998. Il progetto Oxygen ha scioccato tutti concludendo che, tra le otto qualità più importanti per i migliori dipendenti di Google, le competenze STEM (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) sono all'ultimo posto. Le sette caratteristiche principali del successo a Google sono tutte soft skills: essere un buon allenatore; comunicare e ascoltare bene; possedere intuizioni sugli altri (compresi i diversi valori e punti di vista degli altri); avere empatia verso i colleghi ed essere solidale con loro; essere un buon pensatore critico e problem solver; ed essere in grado di fare collegamenti tra idee complesse".

Nell'articolo Davidson sottolinea che le competenze di soft skills giocano un ruolo cruciale nel definire i compagni di squadra, i colleghi e gli amici di maggior successo. Pertanto, nel 21st secolo l'istruzione ha bisogno di uno spostamento verso il curriculum che mostri ai giovani come le loro soft skills possano essere migliorate e implementate non solo a scuola ma anche fuori dalla classe.

21st Educazione del secolo alla scuola superiore Akademeia

L'apprendimento dell'intelligenza emotiva è una pietra miliare del Liceo Akademeia
L'apprendimento dell'intelligenza emotiva è una pietra miliare del Liceo Akademeia

La teoria del successo e dell'intelligenza emotiva di Goleman, così come i risultati dei numerosi studi, sono alla base di programmi educativi come il nostro Personal Development Scheme che supportano lo sviluppo delle competenze degli studenti nelle soft skills.

Il Akademeia PDS include attività come:

  • Partecipare a workshop su vari argomenti che vanno dalla consapevolezza e dalla comunicazione non violenta al parlare in pubblico e all'etica
  • Co-gestire progetti interdisciplinari scelti dagli studenti
  • Tenere un diario di apprendimento riflessivo

L'elemento unico che è stato condiviso da tutte queste attività è l'enfasi sulla messa in pratica della teoria e sull'aiutare i nostri studenti a crescere in termini di Intelligenza Emotiva e varie soft skills come l'empatia, l'adattabilità, il processo decisionale, la gestione dello stress e il lavoro di squadra.

Inoltre, poiché crediamo che i nostri studenti sono i migliori sostenitori del nostro programma educativo e forniscono tutte le intuizioni fondamentali nel nostro PDS, abbiamo pensato di condividere con voi alcuni dei nostri 5il e 6il Le testimonianze degli studenti, che evidenziano quelli che sono stati sicuramente gli elementi chiave e più divertenti del programma di sviluppo personale fino ad ora:

Le sessioni PDS hanno offerto sia conoscenze accademiche che pratiche, alcune delle quali sarebbero state impossibili da ottenere in altro modo. Mi hanno insegnato nuove abilità, costringendomi a modellare e ampliare le mie prospettive, così come a lavorare con nuove persone affascinanti, per raggiungere obiettivi precedentemente inimmaginabili. I vari workshop ed eventi mi hanno aiutato a crescere e svilupparmi come persona; tuttavia, la cosa che ho trovato di gran lunga più divertente è stata la mia partecipazione al progetto di sviluppo del prodotto. Un incredibile viaggio interdisciplinare con un gruppo di persone veramente appassionate, che non solo ha ampliato le mie conoscenze teoriche, ma mi ha anche insegnato valori pratici come il lavoro di squadra o una buona leadership. Nel complesso, credo che il programma di sviluppo personale sia stato un enorme successo e sia stato causa di molte esperienze interessanti e divertenti. Non vedo l'ora di affrontare le sfide che ci porrà nei prossimi anni!

Aleksandra Dubno (5° modulo)

Le sessioni del PDS hanno ampliato la mia visione del mondo in innumerevoli modi meravigliosi - ho imparato l'importanza del lavoro di squadra e dell'auto-riflessione, le relazioni pubbliche e il pensiero critico. Ma la cosa più importante che ho preso da questa esperienza è la realizzazione di quanto può essere realizzato in sole 8 settimane da un gruppo di persone determinate e ottimiste, nonostante il fatto che eravamo solo un gruppo di adolescenti che si conoscevano appena. Nel mio caso, si è trattato di una conferenza che ha attirato un pubblico notevole e relatori molto interessanti. Senza un programma come PDS, probabilmente non avrei ancora creduto che eventi così apparentemente complicati e grandi fossero possibili da organizzare in queste condizioni. Come si è scoperto, tutto ciò di cui avevamo bisogno era un po' di motivazione, duro lavoro e atteggiamenti positivi come guida.

Paulina Gąsiorowska (5il Forma)

Il Personal Development Scheme era qualcosa di completamente nuovo per me, non ho incontrato nulla di simile nella mia scuola precedente. Durante le diverse sessioni PDS, in particolare il PDS filmmaking, ho imparato molte cose dalla struttura generale del film a qualcosa che può essere applicato a tutto come il lavoro di squadra e la cooperazione. Penso che i vari compiti che ci sono stati presentati nella PDS di regia ci hanno davvero aiutato a sviluppare questa abilità. Attraverso i compiti come l'elaborazione delle nostre idee per i documentari e le nostre idee sul modo in cui vorremmo presentare la storia, oltre a imparare i diversi modi in cui l'ambientazione influisce sulla storia, ho sviluppato molto la mia immaginazione. La mia parte preferita deve essere stata l'elaborazione delle nostre idee per i documentari e il parlarne. Attraverso la condivisione delle storie abbiamo imparato a conoscere meglio le persone che fanno parte del gruppo.

Maciek Łuba (5° modulo)

Fondare e condurre il Club Latino mantiene innegabilmente viva la mia passione per il latino e mi ha fatto capire quanta gioia provo sia nell'insegnare che nello studiare questa antica lingua. Inoltre, su queste basi, vedendo sia il beneficio dei miei studi di latino per la filosofia che l'interesse continuo che ho per la lingua, spero di intraprendere un corso di latino/classici all'università, forse anche perseguendolo come minore.

Adrianna Nowakowska - gestisce il club di latino nell'AHS (6° modulo)

L'esperienza mi ha insegnato ad essere molto più paziente di quando lavoravo con i bambini. Questa è un'abilità che sono sicura mi tornerà utile qualunque cosa deciderò di fare in futuro. La preparazione del seminario per studenti mi ha aiutato a superare la mia paura di parlare in pubblico e mi ha reso più sicuro di me. Questo sarà vantaggioso, dovrò presentare il mio lavoro in futuro e ho migliorato le mie abilità per essere in grado di farlo con più sicurezza.

Marta Zawada - programma di terapia equina con Stajnia Prado (6° modulo)

È stato un viaggio indimenticabile e apprezziamo il fatto che abbiamo potuto vedere come sono cresciuti i nostri studenti. Non vediamo l'ora di vedere come il programma si svilupperà e come continueremo a plasmarlo insieme in futuro.

Gli studenti discutono dell'intelligenza emotiva al liceo Akademeia
Gli studenti discutono dell'intelligenza emotiva al liceo Akademeia

Come osservazione finale, vorremmo lasciarvi con la citazione di Goleman che ci dice chein un bacino di lavoro ad alto QI, le competenze morbide come la disciplina, l'unità e l'empatia segnano coloro che emergono come eccezionali".

da Kay Czepli-George
5il Modulo Coordinatore PDS

Fonti:

  • Davidson C. N. La nuova educazione: Come rivoluzionare l'università per preparare gli studenti a un mondo in movimento (2017), Basic Books
  • Davidson C. N., 'La cosa sorprendente che Google ha imparato sui suoi dipendenti nel Washington Post, dicembre 2017
  • Goleman D., Intelligenza emotiva: Perché può essere più importante del QI (1995-6) Bantam Books
  • Goleman D., 'Lavorare con l'intelligenza emotiva". (1998) Bantam Books
  • Mayer J. D., Salovey P., and Caruso D. R., 'Emotional Intelligence: New Ability or Eclectic Traits?' in American Psychologist, Sept 2008, Vol. 63, No. 6, (pp 503 - 517)

Scritto da

Liceo Akademeia

Akademeia High School

L'Akademeia High School è una scuola privata diurna e secondaria, accademicamente selettiva in Polonia, che offre il curriculum britannico di iGCSE e A Level e prepara gli studenti alle migliori università del mondo. Offriamo ai giovani una combinazione di eccellenza accademica, attività co-curricolari e cura pastorale individuale per aiutare a sviluppare i loro talenti, passioni e abilità di vita e fornire la migliore preparazione possibile per la vita sia all'università che dopo.