Seven Tips for Acing a Virtual Secondary School Interview

While the fundamentals of preparing for a secondary school interview haven’t changed, there’s an added layer of complexity to navigate this year. With most secondary school interviews taking place virtually, students who used to worry about losing their train of thought now have to worry about losing their wifi connection as well!

However, with a little extra planning, your student can make a great impression in their virtual interview. Fay’s secondary school counseling team has decades of experience preparing students for admission interviews. We gleaned their best tips and advice for turning your child’s virtuale secondary school interview into a vero un bene per la loro applicazione.

Non temere un intoppo

You can’t predict when a technology snafu like a frozen screen or lost audio will strike, so make sure your child prepares for it instead. If they are interviewing from home, reduce the potential for technical problems by minimizing the traffic on your wifi network during the meeting. Secondly, make sure your child has a plan in case of technical difficulties. The chat feature is useful for alerting the interviewer to problems during the interview. Any admissions officer will also be impressed if your child is organized enough to start the interview by asking for their cell phone number in case technical issues arise. 

Pratica, pratica, pratica

Avete sentito l'adagio esercitarsi come si gioca? Well, students should do at least one practice interview with an adult who is not their parent, and they should do it virtually. They can practice giving rich and informative answers to each question while also refining their virtual interview technique. Students should practice looking at the camera instead of the screen and staying still and focused. Remember that interviewers aren’t trying to stump your child. They want to draw them out and learn what makes them interesting and unique. At Fay, our eighth and ninth grade students do at least one practice interview with a member of the secondary school counseling team. In the fall, our ninth graders watch our counselors role-play the interview to learn the do’s and don’ts of interviewing well. This year, they’ll be doing all their mock interviews online.

La presentazione è la chiave

For the 20-30 minutes that the interview lasts, the spotlight is on your child, and he or she needs to dress and behave accordingly. Students should understand the school’s culture where they are interviewing, and their clothing should be neat, polished, and appropriate to the school’s dress code. In general, it’s always better to be over-dressed than under-dressed. Encourage your child to minimize any visual or audible distractions such as nervous fidgeting or foot tapping. Finally, don’t use virtual backgrounds and don’t overly curate the backdrop to your child’s interview. Your child’s background should be simple and authentic so that the focus is on them.  

Date a vostro figlio un'agenda

Prima del colloquio, fate un brainstorming di argomenti di discussione che mettano in evidenza i punti di forza e gli interessi di vostro figlio. Il colloquio può essere un'ottima occasione per mettere in luce qualcosa che potrebbe essere trascurato o lasciato fuori dalla domanda scritta. Se vostro figlio è una stella del calcio fortemente reclutata, non c'è bisogno di parlarne a lungo. La scuola conoscerà sicuramente la situazione calcistica da varie fonti, quindi il colloquio è un'occasione per mostrare altri punti di forza e completare il suo profilo come candidato. 

Trasforma i tuoi negativi in positivi

Durante il colloquio, molti responsabili delle ammissioni chiederanno agli studenti le loro debolezze oltre ai loro punti di forza. Vogliono sapere quali sono le sfide per vostro figlio e come affrontano le avversità. La chiave per rispondere a questo tipo di domande è quella di dare una risposta onesta e informativa e poi fare un giro di vite positivo sulla questione che mostri crescita, conoscenza di sé e ottimismo. Per esempio, uno studente che può aver lottato con l'organizzazione e la gestione del tempo può discutere le tecniche che ha usato per migliorare in queste aree e dare esempi dettagliati dei suoi progressi.

Fare domande

Alla fine, gli intervistatori chiederanno sempre se il candidato ha delle domande. Avere alcune domande preparate farà sembrare vostro figlio interessato e interessante. In un anno in cui molti studenti non metteranno nemmeno piede nel campus delle loro potenziali scuole, devono ricercare attentamente ogni scuola prima del tempo per evitare di chiedere qualcosa di troppo ovvio o di indagare su un programma che la scuola non offre. Questa parte del colloquio è anche una buona opportunità per rivisitare un argomento di discussione preparato che non è venuto fuori nel colloquio. Per esempio, uno dei nostri studenti del Fay ha scritto e illustrato libri per bambini da presentare ai nostri studenti della scuola primaria. Che argomento fantastico di cui parlare in un'intervista! Potrebbe menzionarlo sotto forma di domanda e chiedere se gli studenti possono fare qualcosa di simile nella futura scuola.

Resistere all'impulso di librarsi

It’s going to be very tempting to listen in on your child’s virtual interview to see how they are doing, but you need to step away and give them the space to be themselves. A parent hovering in the doorway can add pressure to an already nerve-wracking situation. If your child is worried about giving responses that you approve of, it will be even more difficult for them to relax and have a genuine conversation.